Studio: Cannabinoidi utili per combattere l’infiammazione dell’intestino

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

C’è una “abbondante letteratura preclinica che dimostra gli effetti anti-infiammatori dei  farmaci cannabinoidi nell’infiammazione dell’intestino”, secondo quanto afferma un nuovo studio pubblicato dalla rivista  Inflammatory Bowel Disease .

Per lo studio i ricercatori hanno “sistematicamente controllato recensioni e pubblicazioni sul beneficio di farmaci rivolte al sistema endocannabinoide  sull’infiammazione intestinale.”

Hanno “raccolto studi che hanno esaminato i risultati per i meta-analisi da EMBASE, MEDLINE e Pubmed fino a marzo 2017. La qualità è stata valutata in base alle punteggio mSTAIR e SRYCLE. ”

Per lo studio ”  sono state identificate 51 pubblicazioni che esaminano l’effetto dei  composti cannabinoidi sulla colite murina e 2 studi clinici. Ventiquattro composti sono stati valutati su 71 endpoint. Il cannabidiolo, un fitocannabinoide, era il più studiato. ”

I ricercatori hanno scoperto che i cannabinoidi riducono significativamente l’indice di attività della malattia per la colite.

Tra gli studi che hanno esaminato, non hanno trovato “nessuna evidenza di bias di segnalazione” e riferiscono che “nessuna differenza significativa è stata trovata tra l’uso profilattico e terapeutico dei   farmaci cannabinoidi “.

Lo studio si conclude affermando che ” vi è un’abbondante letteratura preclinica che dimostra gli effetti anti-infiammatori dei   farmaci cannabinoidi nell’infiammazione dell’intestino. Sono da richiedere studi controllati randomizzati di maggiori dimensioni. ”

Lo studio completo, condotto da ricercatori dell’Università di Nottingham nel Regno Kingsom, può essere trovato cliccando qui .

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 308 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT