Studio: Cannabis come opzione efficace di auto-medicazione per i sintomi dell’ADHD

La cannabis può fornire un’opzione di trattamento efficace e sicura per il deficit di attenzione ed iperattività (ADHD) secondo un nuovo studio pubblicato dalla rivista European Neuropsychopharmacology .

“Un piccolo numero di psichiatri negli Stati Uniti prescrive cannabis contro l’ADHD nonostante vi siano però poche evidenze da studi randomizzati e controllati.”

L’attuale studio – il processo EMA-C (Medicina Sperimentale in ADHD- Cannabinoidi ) – “era uno studio pilota sperimentale randomizzato controllato con placebo su un farmaco a base cannabinoide, il Sativex, in 30 adulti con ADHD.”




Nello studio “il Sativex è stato associato ad un nominale significativo miglioramento significativo dell’iperattività / impulsività e nella cognitiva misura di inibizione, e una tendenza al miglioramento della disattenzione”.

I ricercatori affermano che “Gli adulti con ADHD possono rappresentare un sottogruppo di individui che soffrono di una riduzione dei sintomi senza disturbi cognitivi a seguito dell’uso dei cannabinoidi.”




Anche se non definitivo “questo studio fornisce la prova preliminare sostenendo la teoria dell’auto-medicazione tramite il consumo di cannabis in ADHD e la necessità di ulteriori studi del sistema endocannabinoide in ADHD “.

Clicca qui per l’intero studio, condotto presso il Kings College di Londra .

 

FONTE: Beleaf

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 136 times, 1 visits today)

Commenti

LEAVE A COMMENT