Studio: Cannabis potrebbe trattare i sintomi del morbo di Parkinson

47 Condivisioni

La cannabis potrebbe aiutare a trattare i sintomi del morbo di Parkinson, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Clinical Neuropharmacology.

I ricercatori dell’Università di Tel Aviv in Israele hanno  valutato l’uso quotidiano di cannabis  in 47 pazienti affetti da Parkinson per diversi mesi.

Una grande maggioranza, l’82%, ha affermato che la cannabis “ha migliorato i suoi sintomi generali”.  

Questi pazienti hanno avuto una riduzione del dolore, rigidità e tremori. Hanno anche riferito di umore migliore e qualità del sonno, oltre a un minor numero di cadute.

“I risultati del nostro studio dimostrano che la maggior parte degli utenti ha scoperto che la cannabis medicinale (CM) migliora le loro condizioni e che il trattamento con CM è sicuro, senza importanti effetti collaterali” , afferma lo studio.

Questo non è il primo studio a concludere che la  cannabis può offrire notevoli benefici ai pazienti di Parkinson  . Le ricerche condotte nel 2014 hanno riscontrato un “significativo miglioramento” dei sintomi nei pazienti affetti da Parkinson 30 minuti dopo il trattamento con cannabis.

La malattia di Parkinson è una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale che colpisce più di 10 milioni di persone in tutto il mondo. La malattia colpisce molto il sistema motorio, risultando in movimenti lenti, rigidità muscolare e tremori.

Qui più pubblicazioni su questa malattia e la cannabis

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Approfondimento:  Le leggi sulla Cannabis Medica negli Usa riducono i tassi di Suicidio negli Uomini under40

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 93 times, 4 visits today)

Post correlati

Approfondimento:  La stelle delle arti marziali miste Conor McGregor acquista cannabis in un Coffeeshop
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT