Studio: il CBD come “candidato terapeutico per la prevenzione dell’ictus”

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il cannabidiolo (CBD) può aiutare a prevenire gli ictus, secondo un nuovo studio  pubblicato dagli istituti nazionali di salute degli Stati Uniti.

“Il sistema endocannabinoide (SEC regola le funzioni in tutta la fisiologia umana, compresi gli Stati neuropsichiatrici, cardiovascolare, sistema nervoso autonomo, metaboliche e infiammatorie , “ inizia così la sintesi dello studio, che è stato pubblicato dalla rivista Cannabis e Cannabinoidi Research.  

“Complesse interazioni cellulari regolate dal sistema Endocannabiboide suggeriscono un potenziale di prevenzione delle malattie vascolari e ictus attraverso l’aumento degli endocannabinoidi nel sistema nervoso centrale e immunitario”.

Il cannabidiolo (CBD) “è un candidato terapeutico immediato per migliorare la segnalazione degli endocannabinoidi e per agire su più bersagli farmacologici.” 

Secondo i ricercatori, questa “sintesi speculativa esplora lo stato attuale delle conoscenze del sistema endocannabinoide” e suggerisce il CBD come un ” candidato terapeutico per la prevenzione di ictus, esercitando un aumento favorevole gli effetti omeostatici della SEC e, a sua volta, migliorando la sindrome metabolica”.

Lo studio completo, condotto dai ricercatori del Dipartimento di Neurologia della Mayo Clinic, può essere trovato  cliccando qui  .

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 157 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti