Studio Italiano: La legalizzazione della Cannabis ricreativa riduce il numero di stupri e furti

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Arriva direttamente dall’Università di Bologna un nuovo studio di analisi che mostra come la legalizzazione della cannabis ricreativa ha portato ad una significativa riduzione del numero di stupri e furti nelle aree dell’Oregon e dello Stato di Washington.

Tipologia del documento: Monografia (Working paper)
Autori:
Autore Affiliazione orcid
Dragone, Davide Università di Bologna 0000-0002-2725-4743
Prarolo, Giovanni Università di Bologna 0000-0003-3151-3733
Vanin, Paolo Università di Bologna 0000-0001-8767-8567
Zanella, Giulio Università di Bologna 0000-0001-8963-2351

In primo luogo, un mercato della cannabis pienamente legalizzato riduce il coinvolgimento delle organizzazioni criminali del traffico di droga.

In secondo luogo, permette alla polizia di deviare le risorse verso la prevenzione di crimini non correlati alla cannabis. Un effetto rafforzato se i dispensari di cannabis adottano misure di sicurezza.

In terzo luogo, l’uso di cannabis determina una varietà di effetti psicoattivi, che comprendono uno stato di rilassamento ed euforia (Hall et al., 2001; Green et al, 2003), e può quindi ridurre la probabilità di impegnarsi in attività violente. Ciò si ottiene, in particolare, se la cannabis è un sostituto per le sostanze che inducono alla violenza come l’alcol, la cocaina e le anfetamine (DiNardo e Lemieux, 2001; Williams et al., 2004).

ISSN
2282-6483
DOI
Data di deposito
21 Set 2016 07:59
Ultima modifica
21 Set 2016 07:59
URI

 

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 291 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti