Studio: THC per il trattamento della spasticità nei bambini

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La somministrazione, per via orale, di THC sintetico è sicura ed efficiente per quanto concerne il trattamento della spasticità in pazienti pediatrici, secondo quanto stabilito da uno studio clinico su dei dati raccolti e pubblicati online dal’European Journal of Pediatric Neurology. Potete dare uno sguardo a questo studio cliccando qui.

In particolare, dei ricercatori dell’Università di Dusseldorf, in Germania, hanno sperimentato il trattamento a base di THC sintetico sottoponendo 16 adolescenti alla ricerca, tutti soggetti con complesse condizioni neurologiche. I soggetti sono stati sottoposti ad un dosaggio pari a due dosi giornaliere con una durata media del trattamento corrispondente a 6 mesi.

La somministrazione orale è stata associata dunque con la riduzione della spasticità nella maggiorate dei soggetti esaminati. Non sono stati riscontrati effetti negativi.

I nostri dati mostrano con evidenza che il dronabinol può essere somministrato in maniera efficace e per lunghi periodi di tempo anche a giovani e bambini senza che si palesino effetti indesiderati o che si aggravino le condizioni già presenti dovuti alla malattia” concludono gli autori.

Questo studio si presenta come uno dei primissimi esperimenti che tentano specificatamente di asserire la sicurezza e la completa efficacia del THC in un quella fetta giovane di popolazione che riscontra i problemi neurologici riportati in questo studio.

L’uso del THC sintetico è stato approvato dalla US Food and Drug Administration nella metà degli anni ’80 perché possa essere prescritto per uso orale con le finalità di essere uno stimolatore per l’appetito oltre che di eliminare stati di nausea. Gli estratti della cannabis presentano un potenziale terapeutico molto ampio, seppur non venga ancora approvato in molti paesi per il trattamento di malattie neurologiche nei bambini.

Le cure pediatriche trattate nello studio sono state effettuate in ambienti casalinghi e in tutta tranquillità e comodità per i pazienti, in un periodo di tempo che va dal 2010 al 2015, vedendo partecipare, come abbiamo detto, 16 soggetti affetti da questo disturbo neurologico.

Studi sulla spasticità in Italia

In Italia è stato condotto uno studio di fase 2 all’Ospedale San Raffaele di Milano, secondo il quale un trattamento a base di cannabis per la cura della spasticità abbia perfettamente senso. In uno studio di 60 pazienti di età adulta, l’Ospedale italiano ha sperimentato l’efficacia di uno spray di Cannabis nel trattamento della spasticità in soggetti affetti da SLA e sclerosi multipla. Potete trovare la storia più dettagliata in questo articolo.

Conclusione

In conclusione, gli studi presentati in questo articolo hanno mostrato che il trattamento pediatrico con somministrazione orale di THC (nell’esattezza dronabinol) abbiamo confermato le aspettative, ovvero che gli effetti e l’impatto sul trattamento della spasticità sia infantile che in età adulta siano molto promettenti.

Articolo a cura della redazione de Il Ganjanauta (che ringraziamo!)

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986
(Visited 250 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT