Studio: Uso di Alcol porta cambiamenti negativi nel cervello, mentre l’uso di cannabis non influenza la materia cerebrale

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il consumo di alcol è associato a cambiamenti negativi nel volume della materia grigia e nell’integrità della materia bianca, mentre l’uso di cannabis non è associato a tali cambiamenti: questo emerge definitivamente secondo i dati pubblicati nella rivista Addiction .

Gli investigatori dell’Università del Colorado, Boulder e l’Oregon Health & Science University, hanno valutato i dati di neuroimaging tra gli adulti (dai 18 ai 55 anni) e gli adolescenti (dai 14 ai 18 anni).

Gli autori hanno identificato un’associazione tra l’uso dell’alcol e le modifiche negative nella struttura del cervello, ma non hanno identificato tale associazione con la cannabis.

“Un forte consumo di alcol è associato ad un volume minore di materia grigia e ad una minore integrità della materia bianca negli adulti e con un basso volume di materia grigia negli adolescenti”, hanno concluso i ricercatori.

Nello stesso studio “non sono state osservate associazioni tra cambiamenti di misure strutturali e consumo di cannabis negli adulti o negli adolescenti”.

I ricercatori hanno riconosciuto che i loro risultati sono stati simili a quelli di studi precedenti “suggerendo che le differenze regionali specifiche tra utenti e non utilizzatori di cannabis sono spesso inconsistenti negli studi e che alcune delle associazioni osservate possono essere effettivamente correlate all’uso di alcool e non alla cannabis”.

Uno studio di immagini cerebrali del 2015 pubblicato nel Journal of Neuroscience ha segnalato allo stesso modo che l’uso di cannabis non è stato associato a cambiamenti avversi nel cervello, ma che l’alcool “è stato inequivocabilmente associato con effetti deleteri sulla morfologia e la cognizione del cervello sia negli adulti che negli adolescenti”.

dati longitudinali pubblicati a giugno nel British Medical Journal hanno riferito: “Il consumo di alcol, anche a livelli moderati, è associato a risultati cerebrali avversi, tra cui l’atrofia ippocampale”.

 

FONTE: NORML.ORG

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 333 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti