Studio: Uso della Cannabis utile nel dolore della Prostatite cronica

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Che cosa è la prostatite cronica?

La Prostatite cronica è causata da una infiammazione della prostata (una ghiandola nel corpo di un maschio che rilascia i liquidi che aiutano a raggiungere la riproduzione sessuale), che porta, a lunga durata, il dolore nella regione pelvica ( ad esempio, intorno al pene, ano, basso addome, e parte bassa della schiena).

Esistono due tipi , tra cui:

  • prostatite cronica / pelvico cronica nota anche come cronica non batterica prostatite: non-infettiva; più comune (9/10 maschi con prostatite cronica)
  • prostatite batterica cronica : infettivo; meno comune (1/10 maschi con prostatite cronica)

Che cosa è la sindrome cronica da dolore pelvico(CP / CPPS)?

pain2La prostatite infettiva / cronica batterica è causata da batteri, l’infiammazione può essere trattata con farmaci come gli antibiotici , che uccidono i batteri (riduzione dell’infiammazione che potrebbe anche portare ad una diminuzione del dolore). Tuttavia, la causa dell’ infiammazione nella prostatite cronica / sindrome da dolore pelvico cronico non infettive è spesso sconosciuta (anche se le teorie sono esistenti), in modo che la sindrome può essere difficile da trattare. Inoltre, poichè la causa di prostatite cronica non batterica è sconosciuta, potrebbe non essere tecnicamente “prostatite” (infiammazione della prostata). E quindi  a volte è indicato solo come “sindrome da dolore pelvico cronico”.

Altri sintomi della prostatite / sindrome da dolore pelvico cronico cronico possono includere :

  • difficoltà di minzione (troppo difficili o troppo facili di urinare, l’esperienza del dolore durante la minzione),
  • disfunzione sessuale (difficile mantenere l’erezione, esperienza del dolore quando si eiacula),
  • dolori generalizzati e stanchezza.

Mentre ci sono molte opzioni disponibili per la gestione (ad esempio vengono prescritti  farmaci  come gli oppiacei,  il calore  e la terapia alternativa , alcuni  prodotti alimentari  , le restrizioni sessuali delle attività, opzioni di chirurgia), a volte sono inefficaci in piena gestione del disagio del paziente, o inaccessibili a coloro che non hanno la salute ragionevolmente pronta. La Prostatite cronica può essere vissuta dai maschi a qualsiasi età, ma è più comune in quelle da 30 a 50 anni. Mentre le femmine possono anche sperimentare dolore pelvico cronico, la causa è diversa, in quanto non hanno prostate.

Risultati di studio

In uno studio sondaggio pubblicato nel dicembre 2014, la Canadian Urological Association Journal ha recentemente rilevato che oltre la metà dei partecipanti con prostatite cronica / sindrome da dolore pelvico cronico ha riportato l’uso di cannabis, e circa il 61% di questi utenti ha segnalato un miglioramento dei sintomi grazie all’uso.

I ricercatori hanno esaminato i partecipanti sia in clinica (49 residenti canadesi) o on-line (89 residenti, per lo più dai residenti negli Stati Uniti), e trovato:

  • Il 50% dei partecipanti ha riferito uso di tutta la pianta di cannabis
  • Dei consumatori di cannabis, il 36,8% dei partecipanti in clinica ha riferito che l’uso di cannabis ha migliorato i loro sintomi, mentre il 75% dei partecipanti on-line ha rilevato un miglioramento.
  • Dei consumatori di cannabis che hanno trovato che l’uso migliorato i loro sintomi, il 57% dei partecipanti in clinica e il 63% dei partecipanti on-line hanno riferito che si trattava di “un po ‘/ molto efficace”.
  • In generale, i sintomi riportati migliorati sono: “sbalzi d’umore, dolore, spasmi muscolari, sonno …”
  • In generale, i sintomi segnalati come non  migliorati sono: “debolezza, affaticamento, intorpidimento, deambulazione [piedi], … minzione”
  • Gli effetti collaterali sono stati simili tra gli utenti, con circa il 70% dei partecipanti che notava che erano o inesistenti o lievi.
  • La maggior parte degli utenti hanno segnalato che l’uso di cannabis era occasionale.

Conclusione

Questa informazione si aggiunge ad una vasta collezione di prove che dimostrano che l’uso di cannabis può essere efficace per la gestione del dolore , l’umore, spasmi muscolari , e il sonno . Inoltre, le prove dimostrano la potenziale utilità della cannabis e dei cannabinoidi come agenti anti-infiammatori.

“Le prove dimostrano la potenziale utilità della cannabis e dei cannabinoidi come agenti anti-infiammatori.”

Mentre self-report hanno gravi lacune che limitano la capacità di usarli, informazioni affidabili accurate secondo gli standard scientifici, non dovrebbero essere scontate dagli operatori sanitari, in particolare dato che le storie di pazienti / auto-report vengono spesso utilizzate nel “mondo reale ” come indicatore di efficacia del trattamento in clinica per i sintomi come il dolore.

Dato che (1) la prescrizione di oppiacei è nella gestione del dolore un’opzione  per i pazienti con prostatite cronica / sindrome da dolore pelvico cronico, (3) l’uso di oppioidi può portare a gravi effetti collaterali negativi, abuso, dipendenza, e la morte, e (3) l’uso di cannabis può essere in grado di partecipare (come terapia aggiuntiva) o completamente sostituire l’uso di oppiacei in alcuni casi, ed i pazienti possono beneficiare dell’ accesso alle opzioni di gestione del dolore alternative sicure come tutta la pianta di cannabis.

L’aumento della ricerca contribuirà a valutare se l’intero impianto del consumo di cannabis è un’opzione di trattamento efficace per la prostatite cronica / sindrome da dolore pelvico cronico.

 

Fonte: MedicalJane.com

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 1.208 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti