Tricoma della Cannabis visto al microscopio 150X

Svolta Storica? Proposto un Disegno di Legge sulla Cannabis ad uso medico nelle Filippine

Potrebbe essere un passaggio storico: nel mese di marzo un disegno di legge legalizzazione della cannabis medica è stato autorizzato per la discussione al Congresso delle Filippine in mezzo a una guerra alla droga che ha ucciso più di 8.000 persone. Il provvedimento era stato provato nel 2014, ma non è riuscita la realizzazione. Poi si è riacceso l’anno scorso, un giorno prima che Duterte ha lanciato la sua guerra alla droga. Se il progetto sarà approvato, le Filippine potrebbero diventare il primo paese a legalizzare la cannabis medica nel sud est asiatico.

Duterte, sorprendentemente, ha espresso sostegno.

 “Non voglio privare i filippini dei benefici della marijuana medica, ma ho una definizione chiara di ciò che deve essere approvato dalla FDA [Food and Drug Administration nelle Filippine] “.

La marijuana è stata a lungo un segreto di Pulcinella nelle Filippine, nonostante le dure pene per il possesso di pochi grammi – tra cui fino a 400.000 pesos filippini ($ 8.000) fino a multe, carcere per decenni e, fino a quando fu abolita nel 2006, la pena di morte.

Nelle montagne del nord di Luzon, dove i terreni sono fertili per la coltivazione, la marijuana rimane particolarmente diffusa. Nel corso degli anni, alcune città sono diventate mete turistiche per chi cerca la cannabis.

Anche se Duterte è a favore della cannabis medica , i consumatori sono ancora perseguitati. Alan Ladra un capo divisione deputato della Direzione della nazionale filippina per le operazioni di polizia ammette, tuttavia, che la marijuana rimane una preoccupazione secondaria rispetto ad altre sostanze come lo shabu, il nome di slang locale per la metanfetamina.

 

Il supporto fervente del presidente Duterte per la marijuana medica rimane comunque un mistero.

Dr. Jorge Ignacio

Jorge Ignacio, presidente dell’Istituto Tumori di Manila, è uno dei pochi sostenitori della marijuana medica tra i medici nelle Filippine. Molti dei suoi colleghi, egli dice, spesso evitano il problema, perché “probabilmente hanno troppa paura della vecchia nozione di ciò che è marijuana o semplicemente non hanno idea di come la scienza si sia evoluta.”

 

 

 

Se approvato, il disegno di legge permetterebbe accesso immediato a quasi 500.000 pazienti alla cannabis ad uso medico che si iscrivono agli studi di ricerca e sperimentazione clinica entro un anno, secondo Jose Ignacio. Il disegno di legge prevede una fase di ricerca medica sulla cannabis prima che sia completamente commercializzata, e ciò potrebbe richiedere fino a tre o quattro anni.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 129 times, 1 visits today)

Commenti

LEAVE A COMMENT