Tutte le novità della nuova legge regionale sui cannabinoidi in Friuli Venezia Giulia

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Approvata la legge del MoVimento 5 Stelle sui farmaci, finora a totale carico del paziente

“Siamo molto soddisfatti che oggi sia stata approvata la nostra proposta di legge sulla sperimentazione per la produzione di medicinali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche. Dopo tre anni di continue battaglie in Consiglio questa è la prima legge del MoVimento 5 Stelle in grado di raccogliere un consenso trasversale. Speriamo sia il segnale di una inversione di rotta in favore della buona politica”. Non nasconde la propria soddisfazione il portavoce del MoVimento 5 Stelle Andrea Ussai, primo firmatario della norma a 5 stelle.

“Finalmente siamo riusciti a normare la sperimentazione della produzione di medicinali a base di cannabinoidi e modificare la legge regionale n.2 del 2013 sulla materia che, purtroppo, per alcuni aspetti è stata totalmente inapplicata. Finora – ricorda Ussai – i preparati a basa di cannabis terapeutica sono stati infatti a totale carico dei pazienti. Grazie al nostro provvedimento oggi non solo rendiamo possibile la rimborsabilità quando il farmaco viene somministrato in ospedale ma rendiamo possibile il trattamento direttamente a domicilio e, inoltre, consentiamo alla Regione di fare una convenzione con l’Istituto militare di Firenze per piantare la cannabis terapeutica nel Friuli Venezia Giulia”.

“Grazie a questo provvedimento assicuriamo omogeneità della applicazione delle disposizioni sul territorio regionale e in particolare nell’erogazione dei farmaci cannabinoidi nell’ambito ospedaliero e in quello domiciliare. Potremo inoltre monitorare il consumo dei farmaci cannabinoidi distinguendo i medicinali importati dai preparati galenici magistrali. L’obiettivo è anche quello di ridurre al massimo i tempi di attesa e di prevedere forme collaborative tra le farmacie ospedaliere e delle aziende sanitarie per garantire la qualità dei preparati e la continuità terapeutica ai pazienti, anche al fine – conclude Ussai – di assicurare punti di preparazione ad alta competenza”.

 

 

Fonte: ilFriuli.it

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 562 times, 2 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti