Un nuovo Cerotto alla Cannabis per trattare il dolore dovuto a fibromialgia

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Una società specializzata nell’uso della cannabis a livello medico ha creato un cerotto rivoluzionario che può essere usato per trattare il dolore neuropatico, diabetico e sintomi della fibromialgia.

Questo potrebbe cambiare il modo in cui la cannabis è vista nel mondo medico.

I nuovi farmaci sono progettati per essere somministrati sotto forma di  cerotti transdermici , che sono fondamentalmente patch adesivi che sono bloccati sulla pelle e rilasciano alcune sostanze chimiche nel corso del tempo per contribuire a combattere il dolore neuropatico associato con il diabete e la fibromialgia .

Usare questo mezzo significa usare una dose controllata che può essere somministrata su base giornaliera, senza effetti collaterali.

Cannabis Science , l’azienda che ha originariamente progettato i cerotti, ha detto:

“Promuovere la guarigione di una zona danneggiata del corpo. Un vantaggio di una via transdermica di somministrazione di farmaci su altri tipi di somministrazione del farmaco come orale, topica, endovenosa, intramuscolare, ecc. la patch fornisce un rilascio controllato del farmaco nel paziente, di solito attraverso sia una membrana porosa che copre un serbatoio di farmaci o attraverso il calore corporeo e la fusione di strati sottili di farmaco incorporato nell’adesivo che vedrà contenere elevata potenza di estratto di cannabidiolo (CBD) che entra lentamente nel flusso sanguigno e quindi penetra nel sistema nervoso centrale del paziente per consegnare il sollievo dal dolore ricercato. “

Il CBD è il secondo dei cannabinoidi più importanti contenuti nella cannabis, il principale dei quali è il THC.

Il CBD ha incredibili potenzialità di alleviare il dolore e proprietà anti-infiammatorie e proviene da una fonte del tutto naturale con pochissimi effetti collaterali.

Raymond C Dabney, CEO di Cannabis Science ha dichiarato che:

“Lo sviluppo di queste nuove applicazioni mediche farmaceutiche sono solo la punta di un iceberg per ciò che vediamo come il futuro per la Cannabis Science. Mentre ci sforziamo di aumentare la nostra capacità di terreni per la crescita e le strutture per produrre il nostro proprio prodotto per fornire ai nostri scienziati materiali di proprietà per fare queste formulazioni, siamo anche impegnati nella ricerca di esigenze di più potenziale per applicazioni mediche della canapa e lo sviluppo di metodi per la consegna di questi farmaci “.




La fibromialgia interessa fino al 10% di noi, con un enorme numero di malati non ancora diagnosticati.

Il dolore della neuropatia diabetica colpisce un gran numero di persone in tutto il mondo, e questo nuovo trattamento sarà un grande passo nella giusta direzione, per limitare certi sintomi, e forse anche per curare queste malattie.

Mr Dabney conclude:

“Come più stati a livello nazionale legiferano per la legalizzazione della cannabis e dei farmaci derivati ​​da cannabis, siamo qui a Cannabis Science concentrati sullo sviluppo di formulazioni e applicazioni farmaceutiche per fornire l’enorme crescita della domanda prevista nel corso dei prossimi anni.”

 

FONTE: LiveTheOrganicDream

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 1.081 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti