Uruguay, licenziato direttore Istituto di regolazione e controllo della cannabis (Ircca)

49 Condivisioni

Augusto Vitale, fino ad ora direttore dell’Istituto di Regolazione e Controllo della Cannabis (Ircca), è stato rimosso dalla posizione con decisione del potere esecutivo.

Tale cambiamento è dovuto a fonti dell’esecutivo, a usura dell’immagine di Vitale nei mesi che hanno durato l’applicazione della legge di regolamentazione del mercato della cannabis in Uruguay.

Invece è stato nominato colui che è il Segretario Generale del National Drug Board (JND), Diego Olivera. In linea di principio, Oliveira continuerà ad occupare questa posizione, in quanto si prevede che da ora il direttore di IRCCA non dedica tutto il tempo alla gestione, anzi può riconciliare con altri oneri.

Approfondimento:  L'ennesimo delirio di NCD contro la cannabis; ma cosa dicono davvero i dati?

Tutto questo al centro della prima grande crisi in un settore che ha lavorato solo da 3 mesi. Solo pochi giorni fa la scarsità di cannabis ricreativa è stata decretata nelle farmacie. La colpa è stata data ad alcuni problemi nelle colture invernali, come il freddo e l’umidità.

Anche se è stato assicurato dalle istituzioni che all’inizio di novembre questo problema sarebbe stato risolto, siamo arrivati ​​quasi al centro e la scarsità continua. Le ultime notizie sono positive e si prevede che nei prossimi giorni la scorta di cannabis inizi ad arrivare alle farmacie registrate.

La migliore notizia è che sarà cannabis diversa dai primi articoli che sono stati venduti a metà luglio; il THC di queste nuove varietà ha una percentuale fino al 9%.

Approfondimento:  Salta il Governo del "Cambiamento" Lega-5 Stelle: Mattarella nomina Carlo Cottarelli

Questo valore triplica quello precedente, non molto apprezzato dai consumatori in Uruguay.

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 230 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT