Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Uso di Cannabis in adolescenza non predittivo di Q.I. inferiore in età adulta

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Londra, Regno Unito: L’uso della cannabis da parte degli adolescenti non è associato con quoziente intellettivo più basso o un più povero rendimento scolastico una volta che vengono effettuate regolazioni nello studio per i potenziali confondenti, in particolare il fumo di sigaretta, secondo i dati trasversali pubblicati online nel Journal of Psychopharmacology.

I ricercatori britannici hanno valutato la relazione tra l’uso di cannabis cumulativo ed il QI all’età di 15 anni ed il rendimento scolastico all’età di 16 anni in una coorte di 2.235 adolescenti.

Dopo che i ricercatori hanno regolato lo studio per le variabili potenzialmente confondenti, come la depressione infantile e l’uso di sigarette, hanno riferito: “coloro che avevano usato la cannabis [maggiori o uguali a] 50 volte non differivano da chi non ha mai usato cannabis, sia nel QI sia nel rendimento scolastico . ”

Al contrario, il fumo di sigaretta in età adolescenziale è stato associato ad esiti scolastici più poveri, anche dopo che i ricercatori hanno rettificato lo studio per altre variabili confondenti.

I ricercatori hanno concluso: “In sintesi, l’idea che l’uso di cannabis in sé sia causalmente correlato ad un più basso quoziente intellettivo ed un povero rendimento scolastico non è stato sostenuto in questo ampio campione adolescenti.”

Uno studio neozelandese pubblicato nel 2012 in “Gli Atti della National Academy of Sciences” ha riferito che l’uso frequente di cannabis da parte di coloro che sono di età inferiore ai 18 era associato con un minor quoziente intellettivo nei 38 anni, ma tuttavia una revisione indipendente dei dati pubblicati più tardi nello stesso giornale ha suggerito che le modifiche del QI sono state probabilmente il risultato di differenze socioeconomiche, non dell’uso di cannabis.

Più di recente, i risultati di uno studio del 2015 sulla rivista Drug and Alcohol Dependence  ha riferito che gli effetti del persistente uso di cannabis adolescente sul rendimento scolastico “è diventato non significativo dopo il controllo per l’uso di alcol persistente e l’uso del tabacco.”

FONTE: NORML

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 192 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti