Apre nelle Hawaii il primo dispensario medico statale autorizzato

12 Condivisioni

17 anni dopo che le Hawaii hanno legalizzato la cannabis medica, la vendita legale della medicina attraverso un dispensario statale è finalmente iniziata.

Le terapie di Maui Grown ( 44 Paa Street, Kahului ) ha aperto le porte oggi, dopo aver ricevuto l’approvazione del Dipartimento della sanità per iniziare le operazioni. Secondo Teri Freitas Gorman, direttore delle relazioni con la comunità e gli affari del paziente per l’ambulatorio, sono stati pre-registrati i pazienti e stanno attualmente accettando persone solo con appuntamenti, anche se i walk-in dicono che dovrebbero iniziare dalla prossima settimana.




“Chiaramente, questo è un giorno storico non solo per Maui ma per lo stato delle Hawaii”, afferma Freitas Gorman. “Questa è la prima volta in Hawaii che i pazienti saranno in grado di acquistare cannabis medica controllata da laboratorio e provata da un laboratorio statale autorizzato. Siamo così eccitati. “

Approfondimento:  Conflitti di interesse a sostegno del futuro Monopolio (parte tre)

“Questa è una giornata importante per i pazienti qualificati e per i caregivers di Maui che ora hanno la certezza che la cannabis medica che acquistano a Maui Grown Therapies è stata accuratamente testata e che è sicura per loro da utilizzare”, ha dichiarato Virginia Pressler, direttore del Dipartimento di Stato di salute , in una dichiarazione. “L’attuazione di un nuovo programma sanitario è sempre impegnativa e il programma del dispensario non è un’eccezione”.

Le Hawaii sono state uno dei primi Stati a legalizzare la marijuana medica nel 2000, anche se i legislatori non hanno approvato i dispensari fino al 2015.

Approfondimento:  Cannabis Tracciata tramite un Isotopo nell'acqua di irrigazione: così gli Usa si preparano a "controllare" le coltivazioni legali

(Visited 37 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT