Cannabinoidi dissolvibili: una nuova frontiera negli “edibles” della cannabis

85 Condivisioni

Ammettiamolo: non tutti sono grandi fan degli edibles (commestibili) infusi di cannabis.

Non importa quanto sia difficile provare a mascherare quel sapore inconfondibile di cannabis, un retrogusto o un odore è spesso ancora rilevabile in molti prodotti infusi. Risolvere il problema del sapore non è un compito facile, ma una nuova preparazione può offrire una soluzione.

Senza sapore, inodore e con un tempo di insorgenza più rapido, la polvere di cannabinoidi dissolvibile è un’innovazione che ha il potenziale per cambiare il paesaggio dei commestibili da qui in avanti.




Ma cosa sono esattamente i cannabinoidi dissolvibili, come sono fatti e quale valore possono offrire?

Perché usare i cannabinoidi dissolvibili?

Gli scaffali dei dispensari americani sono spesso rivestiti con prodotti zuccherini preconfezionati che cercano di mascherare il sapore della cannabis, che diventa ancora più difficile con i più potenti edibles.

Inoltre, i cannabinoidi sono liposolubili e idrofobi (a loro non piace l’acqua). Quando vengono aggiunti a un prodotto, i concentrati di cannabis grassi creano limitazioni a causa della loro incapacità di miscelarsi con determinate sostanze.

Questi attributi creano ostacoli unici per le aziende edibles che desiderano creare un materiale di consumo più salutare e versatile, ma sono limitati dal fatto di dover usare grassi e oli per scopi di solubilità o mascheramento.

I cannabinoidi dissolvibili sono una polvere insapore solubile in acqua.

Ciò significa che può essere aggiunta virtualmente a qualsiasi cosa: liquido o solido.

Inoltre non compromette l’integrità del prodotto finale. Con i cannabinoidi dissolvibili, puoi trasformare qualsiasi cosa, anche un bicchiere d’acqua, in un infuso commestibile.

Come sono fatti i cannabinoidi dissolvibili

(Per gentile concessione di Stillwater Marchi)

Stillwater Brands , una società con sede in Colorado, ha introdotto i cannabinoidi dissolvibili dal 2016. I co-fondatori dell’azienda Jeremy Goldstein, Missy Bradley e Justin Singer hanno iniziato con la missione di fornire un prodotto a bassa potenza e versatile dopo aver faticato a trovare una soluzione ragionevole per la nonna diabetica di Justin. Il trio si è unito a Keith Woelfel, uno scienziato del cibo con 20 anni di esperienza da Mars Inc., per creare un prodotto in grado di superare le barriere di sapore, potenza e versatilità.

Approfondimento:  La Cannabis aiuta il cervello a raggiungere progressi di apprendimento, coscienza e comprensione

Così è stato formulato Ripple, il loro prodotto in polvere di THC solubile.

I consumatori sperimenteranno gli effetti degli edibles più velocemente, più a lungo e in modo più efficiente.

Date le proprietà idrofobiche dei cannabinoidi il processo di trasformare una molecola che odia l’acqua in una che ama l’acqua non è un’impresa facile.

Questa barriera è una delle ragioni principali per cui il mercato è stato limitato nelle opzioni per le infusioni. Il processo in attesa di brevetto per creare Ripple inizia prima con un distillato di CO2 di alta qualità proveniente da una rinomata compagnia di estrazione del Colorado.

Una volta nelle mani di Stillwater Brands, il distillato inizia il suo lungo e arduo processo di laboratorio per diventare una polvere idrosolubile.

Step 1: Emulsionamento 

Il primo passo del processo consiste nel prendere il distillato attivato (completamente decarbossilato ) ed emulsionarlo in una sospensione (una miscela semiliquida) usando tensioattivi ed emulsionanti alimentari . Con miscelazione intensa, il distillato viene scomposto in particelle molto piccole e rivestito con tensioattivi. Questo è il modo in cui le particelle che “odiano l’acqua” diventano solubili in acqua.

Passaggio 2: Asciugatura

Affinché l’impasto si asciughi, l’umidità in eccesso deve evaporare nell’arco di diversi giorni. Questo processo è semplificato dall’uso di forni a vuoto, lo stesso tipo utilizzato nella lavorazione di altri concentrati come l’olio di hash. Il prodotto finito è una polvere fine e secca.

Fase 3: dosaggio e confezionamento

Stillwater’s Ripple è attualmente disponibile in tre varietà (oltre ad avere una linea di  e caffè istantanei ):

La somministrazione di cannabinoidi dissolvibili a questo livello richiede un calcolo accurato, test rigorosi e un’esecuzione precisa.

Stillwater Brands sta attualmente conducendo attività di ricerca e sviluppo per ottimizzare il turnaround della propria linea di prodotti, dalla lavorazione alla confezione.

Approfondimento:  Il THC presente nella Cannabis può rallentare il processo di invecchiamento

Le applicazioni dei cannabinoidi dissolvibili

(Per gentile concessione di Stillwater Marchi)

Le polveri dissolvibili di cannabinoidi hanno un numero infinito di applicazioni, rendendole uno dei più versatili infusi di cannabis disponibili oggi sul mercato.

Data la loro solubilità in acqua e il fatto che sono completamente attivati, diventano più biodisponibili quando vengono consumati.

Ciò significa che i consumatori sperimenteranno gli effetti più velocemente, più a lungo e in modo più efficiente.

Gli edibili tradizionali possono richiedere fino a 90 minuti per “un effetto” a causa dei cannabinoidi che devono passare attraverso il tratto digestivo prima che siano completamente assorbiti.

La polvere di cannabinoidi attivata, solubile in acqua, entra nel sistema più rapidamente, con una finestra di inizio di circa 20 minuti ed effetti che possono durare fino a quattro ore. Questo perché la solubilità della polvere consente l’assorbimento simultaneo in bocca, intestino e fegato.

Dato che i cannabinoidi solubili sono inodori, insapore e completamente attivati, le infusioni fai-da-te sono ora facili come aprire un pacchetto predosato e aggiungerlo a un alimento o una bevanda.

Ciò significa che ai consumatori viene data l’autonomia non solo di preparare i commestibili in un modo che sia più piacevole per loro, ma a un dosaggio che soddisfi i loro bisogni.

Inoltre, questi prodotti contengono zero calorie, quindi possono essere utilizzati in modi più salutari.




Che tu sia preoccupato della somministrazione di cannabis, curioso di preparazioni di cannabis più sane o desideroso di sperimentare in cucina con nuove tecniche di infusione, la polvere di cannabinoidi solubile in acqua e attentamente dosata è davvero un punto di svolta.

 

FONTE: LEAFLY.COM

(Visited 297 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT