Edifici sostenibili e più efficaci grazie all’utilizzo della canapa

87 Condivisioni

LA CANAPA È UN MATERIALE IDEALE PER COSTRUIRE EDIFICI SEMPRE PIÙ SOSTENIBILI IN UN’OTTICA DI ECONOMIA CIRCOLARE

Per rendere un edificio sostenibile e più efficace, da oggi si utilizza la fibra della canapa come isolante, in sostituzione dei minerali comunemente impiegati in edilizia. È il risultato ottenuto nei laboratori del Centro Ricerche Enea di Brindisi nell’ambito del progetto Effedil.

I test

Pareti ‘zeppe’ di canapa hanno dimostrato un miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio, oltre a una bassa conducibilità termica e ad una maggiore traspirazione e resistenza ai batteri. Inoltre, è stata riscontrata una minore velocità di propagazione delle fiamme, in caso di incendio.

canapa altrimondi news

I risultati

Con questo studio si è verificato che la canapa migliora l’isolamento termico del mattone, attenuando di circa il 30% il flusso termico, ossia la quantità di calore che passa attraverso un materiale in un dato momento, e diminuendo del 20% la trasmittanza termica, vale a dire la facilità con cui un materiale si lascia attraversare dal calore. Inoltre la canapa ha una buona permeabilità al vapore acqueo, permettendo così di evitare la formazione di condensa.

Approfondimento:  Cura dell'Asma ed Effetto Broncodilatatore della Cannabis

I vantaggi

Un altro punto a favore della fibra di canapa è quasi all’azzeramento dell’impatto sia sull’ambiente che sulla salute dell’uomo. Inoltre, la coltivazione della canapa è benefica sia per la biodiversità (favorisce l’impollinazione delle piante), che per l’agricoltura in sé (le particolari radici riescono a penetrare in profondità, ‘areando’ naturalmente il suolo e ‘assorbendo’ le sostanze inquinanti nelle aree di bonifica).

Costruire e riqualificare in modo sostenibile potrebbe far risparmiare il 50% di energia riducendo così le emissioni di CO2.

La canapa è un materiale dalle innumerevoli applicazioni perché molto versatile e sostenibile inoltre per coltivarla non vengono utilizzati pesticidi. La sua coltivazione è in forte espansione sia in Europa che in Italia. In particolare in Puglia si sta sviluppando un modello di economia circolare a filiera corta che prevede il raddoppio della coltivazione e la realizzazione di un impianto di trasformazione con una capacità di circa 5mila tonnellate all’anno.

Approfondimento:  Stephen Jackson: "L'NBA dovrebbe permettere l'uso di cannabis"

 

Maria Avitabile
Laureata in Scienze Geologiche con l’hobby particolare per la speleologia, trekking e la fotografia. Grande appassionata di tutte le tematiche ambientali.

(Visited 275 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT