Green Gone: il Kit per eliminare con certezza il THC dal corpo (rapidamente)

74 Condivisioni

Negli ultimi anni abbiamo fatto molta strada per garantire legalmente agli adulti il ​​diritto di usare la cannabis in ambito medico e ricreativo, ma per quanto siamo arrivati, ci sono ancora molte ragioni per cui è necessario disintossicare tutti i THC dal loro sistema. Che si tratti di lavoro, custodia, tribunale o solo di prendere una pausa di tolleranza necessaria, gli adulti responsabili hanno bisogno di un modo garantito per svuotare il THC dai loro corpi in modo che possano superare un test antidoping.

Ottenere THC dal tuo sistema è notoriamente difficile e confuso. Questo perché l’emivita o il tempo in cui la sostanza rimane nel corpo varia notevolmente da persona a persona. Non esiste una soluzione adatta a tutti per questo, e quindi i metodi aneddotici di disintossicazione dovrebbero sempre essere presi con le pinze.

Età, sesso, taglia, stile di vita e quantità d’uso sono tutti fattori che vengono a giocare quando si tratta di eliminare il THC. Un utente occasionale può richiedere 3-5 giorni di astinenza per ottenere un test delle urine negativo. Un utente raro può richiedere una settimana o due. Un utente giornaliero potrebbe impiegare diverse settimane per superare un mese di astinenza per risultare negativo. Ci sono anche case report che collegano l’astinenza più lunga richiesta sia alle persone più pesanti, sia a quelle con un uso molto frequente (consumando la cannabis più volte al giorno).

Il THC è liposolubile e si attacca alle cellule adipose. Ognuno trasporta le cellule di grasso in modo diverso, ad esempio le donne tendono ad avere più grassi rispetto agli uomini, e quindi ciò che funziona per un utente magro potrebbe essere completamente inefficiente per un utente che trasporta più peso.

Esiste anche l’elevato legame proteico dei metaboliti del THC nel flusso sanguigno all’albumina. Il tuo corpo può solo eliminare il THC non legato attraverso il rene e l’intestino.

Il metabolismo epatico dell’individuo svolge anche un ruolo nel tempo di disintossicazione. Il fegato deve trasformare il THC in una varietà di metaboliti più idrosolubili prima che possa sciacquarlo.

 

Il creatore di Green Gone è un farmacista che si è infastidito vedendo così tanti di questi prodotti di mascheramento fraudolenti disponibili e ha sviluppato Green Gone per essere un prodotto professionale con risultati concreti come obiettivo finale.

Green Gone è una capsula che prendi tre volte al giorno contenente 5 ingredienti chiave per rimuovere efficacemente il THC dal sistema.

  • Un sale basico aiuta ad aumentare il pH urinario per aiutare a sciogliere più THC nelle urine per scaricarlo.
  • Una fonte di fibre aiuta a legare il THC nell’intestino per essere espulso con le feci.
  • Un antinfiammatorio naturale non steroideo aiuta ad eliminare il THC dal sangue.
  • Un induttore del fegato aiuta a potenziare il metabolismo epatico.
  • Infine, un diuretico aiuta a diluire l’urina e aumentare il volume delle urine per una maggiore clearance.

Green Gone contiene la seguente miscela di erbe per eliminare i metaboliti del THC:

St John Wort – Una pianta naturale dimostrata come un potente induttore degli enzimi epatici. Il THC è fortemente metabolizzato dal fegato attraverso enzimi separati in famiglie di CYP in base al loro spettro di attività del citocromo. St John Wort ha dimostrato negli studi di raddoppiare l’attività di questi enzimi, in particolare 2C9 e 3A4, gli stessi sistemi enzimatici responsabili del metabolismo del THC a più composti idrosolubili come il metabolita carbossilico THC-COOH e altri idrossilati derivati ​​che possono quindi partecipare alle reazioni chimiche di fase 2 come la glucuronidazione, in cui una porzione di zucchero è attaccata al THC parzialmente metabolizzato per aumentare la solubilità delle urine e la successiva clearance del THC.

Bicarbonato di sodio – Questo aiuta ad aumentare il pH delle urine. Uno dei fattori limitanti del THC di eliminazione è che i metaboliti acidi sono simili nel pH a quello delle urine, che normalmente è anche leggermente acido sulla scala del pH 1-14 standard. Il pH è anche una scala logaritmica, quindi per ogni 1 unità che aumenta sulla scala è un cambiamento di 10 volte al potenziale di solubilità, un cambiamento di 2 è 100 volte e così via. L’idea qui è di mantenere costantemente il pH delle urine di 1 o 2 unità rispetto al solito. Ciò incoraggerà la ionizzazione dei metaboliti acidi e aumenterà notevolmente la loro solubilità in una soluzione polare acquosa come quella dell’acqua, e la vostra urina è quasi interamente acqua.

Estratto di salice bianco al 15% – Questo è stato un altro grande passo avanti per noi. Usando il software di docking molecolare, siamo stati in grado di realizzare un modello tridimensionale sia di THC che dei siti di legame all’albumina nel sangue. Il THC è in genere del 95-99% legato alle proteine ​​dell’albumina. Il THC legato non può essere metabolizzato o eliminato attraverso il rene perché è attaccato alla proteina che è troppo grande per passare attraverso la membrana del nefrone nelle urine. Il tuo corpo fa questo naturalmente per mantenere la pressione vascolare. White Willow contiene salicilati simili a quelli che si trovano nell’aspirina, che è l’acido aminosalicilico. I salicilati sono simili nella struttura chimica ai metaboliti del THC, inducendoli a legarsi ad alcuni degli stessi siti sull’albumina. Con un salicilato ora legato all’albumina nella normale posizione legante del THC, questo metabolita libero può ora essere sia metabolizzato che eliminato.

Estratto di equiseto – Un leggero diuretico naturale. Molti dei prodotti online contengono diuretici, ma volevamo andare oltre.Modificando quanto sopra così ora avete: aumento dell’attività epatica, diminuzione del legame proteico nel sangue e aumento del pH delle urine ora non solo state semplicemente facendo più urina, ma l’urina che state facendo ha concentrazioni significativamente più elevate di metaboliti rispetto al precedente.

Buccia di Psyllium – La metà o più di tutto il THC viene escreto attraverso le viscere. L’idea qui è di aggiungere una fonte di fibra per legare il THC nell’intestino, minimizzare il riassorbimento nel tratto intestinale inferiore e aumentare l’escrezione nelle feci.

– greengonedetox.com

Determinazione del tuo programma Green Gone

Green Gone è fantastico perché hanno un calcolatore di Detox per THC direttamente sul loro sito web. Per determinare quanto a lungo e quanto spesso dovresti prendere gli integratori, rispondi semplicemente alle domande su peso e quantità di consumo e guarda immediatamente i risultati. Quando ho risposto alle domande per qualcuno delle mie dimensioni e del mio uso quotidiano, è emerso un suggerimento che consigliava un kit di dieci giorni. Green Gone ha anche un particolare interesse nel comunicare con i clienti in anticipo per determinare la corretta routine di disintossicazione, quindi se hai qualche domanda puoi chiamare un consulente di disintossicazione al numero di telefono indicato sul sito.

 

Approfondimento:  Thc e Cbd uniti alla radioterapia risultano efficaci contro i tumori cerebrali

 

 

 

 

Strisce reattive THC per uso medico

Credito d’immagine: GreendGoneDetox.com

Cosa fa il THC Detox al mio corpo?

La scienza della disintossicazione della cannabis non è così semplice come molte aziende lo fanno sembrare. Non esiste un unico approccio per la pulizia del corpo dei metaboliti del THC, o la diluizione dell’urina abbastanza da ingannare un test delle urine. Questi sono  approcci che possono essere catturati rapidamente nei centri di test. Anche l’urina falsa sta perdendo la sua lucentezza dato che può essere rilevata con la tecnologia attuale. E farsi ingannare è una frode e può avere conseguenze potenzialmente disastrose in alcuni stati. 

Tutti metabolizzano la cannabis in modi leggermente diversi, a seconda di: metabolismo, quantità consumata, massa corporea e BMI. 

THC Detox Calculator

Credito d’immagine: GreenGoneDetox.com

Green Gone ha un calcolatore di disintossicazione THC a portata di mano   sul loro sito Web per aiutarti a capirlo. Quindi puoi parlare con un consulente Detox della società che ti aiuterà a scegliere il kit appropriato per le tue esigenze. Green Gone vende    pacchetti di disintossicazione THC di 10 giorni , 5 giorni e 2 giorni , così sarete in grado di trovare un pacchetto completamente personalizzato per le vostre esigenze.

Il metabolismo nel dizionario viene evidenziato in rosa

Credito d’immagine: Feng Yu

La maggior parte dei kit di disintossicazione oggi mira a una rapida diluizione a breve termine delle urine e non fornisce una disintossicazione per il THC a lungo termine. Questi sono noti come agenti di mascheramento.  Green Gone è un prodotto che va oltre una semplice diluizione (che può ancora funzionare o meno)!  I farmacisti che hanno sviluppato Green Gone hanno esplorato la scienza che sta alla base del THC nel corpo umano e hanno cercato ingredienti naturali mirati ai meccanismi responsabili della decomposizione del THC. Green Gone è più di un diuretico ; è scientificamente formulato per ridurre il tempo di disintossicazione a metà, a volte un terzo del tempo o meglio. Com’è possibile?

Le basi per rompere il THC nel corpo

I test antidroga (urina, sangue e capelli) non testano tecnicamente il THC , ma testano per un conglomerato di metaboliti, incluso il più abbondante,  THC-COOH.

Tempo di disintossicazione enunciato in legno di blox

Immagine di credito: Shutterstock

Dopo aver consumato la cannabis, se stai fumando, mangiando o lasciando assorbire una tintura sotto la lingua, il tuo corpo si mette al lavoro per scomporlo. Una volta nel flusso sanguigno, le molecole di THC si ritrovano rapidamente reindirizzate al tessuto grasso, attaccate alle proteine ​​del sangue o “a colpi di bottiglia” nel fegato Nel corso dei prossimi giorni, due enzimi chiave nel fegato, in particolare 2C9 e 3A4, trasformano il THC in una molecola totalmente nuova nota come THC-COOH, il metabolita primario del THC tra una decina di altri derivati ​​simili .

È questo metabolita del THC-COOH che causa così tanto dolore ai consumatori di cannabis quando affrontano un test antidroga. Mentre il THC si dissolve rapidamente dal tuo sistema, dissolvendosi in grasso ed essendo altamente legato nel flusso sanguigno, il THC-COOH può presentarsi più di un mese dopo nei test di laboratorio, e  talvolta anche in quelli più lunghi .

Fegato all'interno del corpo animato

Immagine di credito: Magic Mine

Il THC stesso può richiedere da diversi giorni a una settimana dopo che l’astinenza sia completamente convertita in metaboliti, e il THC-COOH si libera lentamente dalle cellule adipose e queste molecole sciacquano nell’urina e nelle feci per un periodo di tempo più lungo. Se i livelli sono abbastanza alti, ciò provocherà un risultato positivo del test. La soglia per l’urina negli Stati Uniti è 50 ng / ml su un pannello standard per i metaboliti del THC.

Molti siti web raccomandano esercizi, diete disintossicanti o altri metodi “naturali” per accelerare questo flusso lento di THC-COOH fuori dal corpo. Ma, non sorprendentemente, questi metodi non sono provati e possono solo aiutare a velocizzare il processo oltre la normale velocità del metabolismo.

Campione di urina Detox di THC seduto sopra documenti

Immagine di credito: J Creazione

I cinque principali vantaggi scientifici della scelta di Green Gone

I farmacisti di Green Gone hanno faticosamente sviluppato una formula unica per massimizzare il flusso dei metaboliti del THC dal corpo.

Erba di San Giovanni: aumento dell’attività del fegato

Innanzitutto, l’erba di San Giovanni aiuta il fegato a attivare i suoi enzimi, in particolare quelli responsabili dell’elaborazione di THC. È ragionevole pensare che se lo si elabora più rapidamente, si accelera anche l’ eliminazione dei prodotti finali più solubili in acqua.

Bicarbonato di sodio: aumenta il pH delle urine

Il secondo passo è quello di aumentare il livello di pH della tua urina. Un livello di pH più elevato consente a più di questi metaboliti acidi di dissolversi nell’urina e, successivamente, di espellere più rapidamente.

Estratto di salice bianco: riduce il legame proteico nel sangue

Il terzo passo consiste nel ridurre il legame delle proteine ​​nel sangue. I ricercatori hanno argomentato che se si inibisce l’attività delle stesse proteine ​​tipicamente leganti con i metaboliti del THC, il THC non legato viene coinvolto nell’aumentata attività enzimatica ed espulso più rapidamente nelle urine. Anche i metaboliti liberi possono essere eliminati dai reni o diffusi nell’intestino.

Buccia di Psillio: legare i metaboliti nell’intestino

Una fonte di fibre per legare i metaboliti nell’intestino.

Estratto di equiseto: aumenta la produzione di urina

Per massimizzare la tua disintossicazione, devi urinare MOLTO. L’estratto di equiseto agisce come diuretico, aumenta temporaneamente la produzione di urina.

Detox ingrediente di THC St Johns Wort e pestil

Immagine di credito: Shutterstock

L’unico kit per la disintossicazione del THC sviluppato dai farmacisti 

Green Gone ha dati a sostegno della sua efficacia nelle persone reali. In effetti, il prodotto riduce il tempo di individuazione della cannabis a metà (o meglio) rispetto a quelli che non detossano. I farmacisti responsabili del kit di disintossicazione THG Green Gone sono passati attraverso 27 formule accurate prima di pesare su tutti i dati e di stabilirsi su questo prodotto finale.

È un kit di disintossicazione da THC per test antidroga che ha i numeri per supportare la sua efficacia. Hanno testato ciascuna ricetta sui consumatori reali di cannabis, sottoponendosi a test delle urine. Il team ha adottato un vero approccio basato sui dati per lo sviluppo di Green Gone e non ha utilizzato alcun ingrediente di pulizia potenzialmente dannoso o tossico tipicamente presente in altri prodotti.

 

Approfondimento:  Cannabis terapeutica per Animali Domestici

 

Green Gone è in vendita sul web a circa 150 dollari.

(Visited 652 times, 1 visits today)

Post Correlati

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT