Il GUP di Pavia assolve un conducente trovato positivo ai test per la cannabis: “Impossibile stabilire il momento dell’assunzione, il solo TEST POSITIVO non basta”

52 Condivisioni

Un’odissea durata 3 anni, ma che finalmente ha visto la sua fine in un provvedimento di assoluzione per un’automobilista che nel dicembre 2015 era stato fermato e, dopo il test antidroga, era risultato positivo alla cannabis.

L’episodio, avvenuto ad Albuzzano, in provincia di Pavia, aveva portato alla denuncia del conducente in base all’articolo 187 del codice della strada.

«Era stato accusato di guida in stato di alterazione psicofisica per sostanze stupefacenti. La Procura ha emesso nei suoi confronti un decreto penale di condanna, chiedendo il pagamento di ventunomila euro. Abbiamo quindi presentato ricorso e siamo comparsi davanti al Gup Fabio Lambertucci per sostenere il giudizio abbreviato», ha dichiarato l’Avvocato Rosario Tripodi al Giorno (articolo firmato Nicoletta Pisanu).

La tesi portata dalla difesa è stata la seguente:

Approfondimento:  Nuovo gioco per PC Weedcraft: Coltiva e commercializza la tua Cannabis

«non è stato possibile stabilire con certezza quando il ragazzo avesse assunto la droga; Gli stupefacenti lasciano tracce anche per diversi giorni dopo il consumo. Non si poteva capire precisamente quando il mio assistito avesse fumato la marijuana, i risultati positivi potevano riferirsi a un’assunzione risalente a molto prima».

Come abbiamo spesso illustrato il THC rimane nel corpo umano diversi giorni dopo l’ultima assunzione, per alcuni addirittura oltre i 30 giorni, e ciò dipende dal metabolismo, dall’assunzione, dalla frequenze e dal quantitativo, ma anche dai cibi correlati, dallo stress, dalle bevande etc. etc.

Un fattore fondamentale che ha portato all’assoluzione è stato quello del “NON ritrovamento” di alcuna sostanza stupefacente nel veicolo o in possesso al conducente:  «non era stato trovato in possesso di dosi o spinelli già confezionati. Non sono emersi in questo caso elementi ulteriori atti a comprovare il momento preciso del consumo, perché lui non è stato visto con la droga in mano. La mia tesi difensiva è stata accolta».

Approfondimento:  Il DDL "Cannabis Legale" in aula giovedi 6 ottobre, dopo un ulteriore rinvio

 

Questi si che sono passi avanti, altro che…

 

(Visited 186 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT