Irlanda: Irish Green Party si schiera a favore della Legalizzazione della Cannabis

68 Condivisioni

L’Irish Green Party la settimana scorsa ha richiesto la depenalizzazione della cannabis, dicendo che la legge attuale ha ” trasformato in criminali persone perbene” e che deve cambiare.

Come parte della nuova politica del partito, i Verdi chiamano anche per la creazione in Irlanda dei “coffee” per consentire l’uso e la vendita di cannabis per persone oltre i 18 anni a determinate condizioni.

Si propone inoltre che tutti i reati penali in Irlanda siano abrogati per le persone di età superiore ai 18 anni che sono stati puniti per possesso di meno di 5 grammi di cannabis, e che è consentito il trattamento medico basato sulla cannabis, nonché l’auto-coltivazione di due piante per persona

“Il nostro approccio è ispirato alla riduzione del danno. Il modello olandese, con produzione regolamentata, è più sicuro di quello che abbiamo qui oggi. La maggior parte delle obiezioni, come la dipendenza, l’accesso dei giovani, la mancanza di dati sul loro impatto medico, ecc., Non sono affatto gestite dal sistema attuale “ , ha detto Oliver Moran, rappresentante del Partito dei Verdi irlandese.

Approfondimento:  Cara Ministro Lorenzin, sul tema Cannabis ha perso un'altra occasione per tacere

“Ma per me personalmente, ciò che questa politica rappresenta è parte della maturazione del movimento che sta accadendo in Irlanda. Il sollevamento del velo sui tabù e il crimine che copriva la realtà che già sapevamo era lì e facevano passare la gente onesta e malata ai criminali. Uomini e donne si sentivano obbligati a nascondersi per fare qualcosa di normale come curare o bere un bicchiere di vino durante la notte. “

Chiedono anche la creazione di coffeeshop

Il leader del partito, Eamon Ryan , ha dichiarato a  TheJournal.ie  che la creazione di coffeeshop in Irlanda potrebbe incoraggiare i consumatori a consumare in un ambiente regolamentato. Ha aggiunto che la gente usa comunque la cannabis, legale o no, e che l’attuale sistema “alimenta la cultura delle gang”.

“Il Portogallo e altri stati degli Stati Uniti sembrano essere in grado di decriminalizzarlo senza aumentare in modo massiccio il suo consumo”, ha detto.

Approfondimento:  Il Maryland vuole depenalizzare il possesso personale fino ad un'oncia di cannabis

“Penso che l’approccio del Portogallo sia ragionevole. Lo considerano un problema di salute anziché un problema criminale. È molto più vantaggioso per la società. “

(Visited 74 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT