La Chiesa Californiana della Cannabis fa causa alla Polizia per le irruzioni immotivate

194 Condivisioni

In California è in corso una resa dei conti tra una chiesa che vede la cannabis come sacra e le forze dell’ordine.

La battaglia è iniziata quando le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nella chiesa.

E ora la chiesa sta combattendo.

Con questa chiesa della cannabis californiana che ha fatto causa alla polizia per i raid, si stanno mettendo a fuoco importanti domande sul sistema legale delle infestanti.

The Showdown

La Chiesa delle cento armonie, situata a La Puente, in California, fa parte di una più ampia rete di chiese chiamata Associazione dei ministeri sacramentali.

La caratteristica principale di queste chiese è che tutti vedono la cannabis come sacra. Tenendo fede a questa convinzione, i membri di queste chiese consumano erba come parte della loro pratica religiosa.

L’edificio in cui si riunisce la Chiesa delle cento armonie ha due sezioni principali.




Uno è il santuario, l’altro è una stanza piena di “sacramenti” di cannabis.

“I membri” della congregazione possono entrare in quella stanza e acquistare l’erba, che è valutata dal grammo in modo molto simile a un normale dispensario.

L’idea è che dopo aver acquistato la loro erba, i membri possono quindi andare al santuario per prendere parte ai loro sacramenti e partecipare alle pratiche spirituali della chiesa.

Ma l’ufficio dello sceriffo locale vede le cose in modo diverso.

Sosteneva che la parte dei sacramenti dell’edificio ecclesiastico funzionasse come un dispensario illegale.

Approfondimento:  Aggiornamenti sull'Arresto di Serpelloni: per il GIP di Verona era "Potere Assoluto"

Di conseguenza i funzionari dell’ufficio dello sceriffo della contea di Los Angeles hanno fatto irruzione nella chiesa lo scorso novembre.

Ora la chiesa sta facendo causa al dipartimento dello sceriffo per le loro azioni, sostenendo che il raid ha violato la loro libertà di religione.

La chiesa sta cercando di ottenere risarcimenti monetari e un’ingiunzione per impedire alle forze dell’ordine di razziarli di nuovo.




 

Colpo finale: California Cannabis Church Suing Police Over Raids

Questo caso solleva alcune domande interessanti.

Per i principianti, solleva la questione se la cannabis usata a scopi spirituali sia protetta dalle leggi sulla libertà religiosa.

Per essere sicuri, l’avvocato della chiesa pensa che lo sia.

“Le sue attività sono protette dalla costituzione della California, dalla Costituzione degli Stati Uniti e dalla legge federale”, ha detto l’avvocato Anthony Bettencourt a fonti di notizie locali .

“Le leggi che pongono un onere sostanziale sul libero esercizio della loro religione non saranno sostenute”.

Ha anche detto che ciò che conta di più in tribunale è la sincerità delle credenze religiose di una persona.

In particolare ha detto che conta più del tipo di sacramenti che una persona prende.

Inoltre questo caso solleva domande su come le forze dell’ordine opereranno nell’era dell’erba legale ricreativa.

Ad esempio, le forze dell’ordine californiane hanno represso ciò che affermano essere attività illegali di cannabis.

La tensione deriva in gran parte dal fatto che le vendite al dettaglio ricreative in California sono diventate pienamente operative quest’anno.

Approfondimento:  Nuovo Studio sulla Cannabis e Salute Polmonare

Nonostante questo, i poliziotti hanno saccheggiato negozi e hanno affermato che ce ne sono molti altri nei quali potrebbe esser fatta irruzione nel prossimo futuro.

Il problema, secondo le forze dell’ordine, è che molte aziende non riescono a soddisfare in qualche modo tutti i requisiti legali. A volte è qualcosa di ovvio come non avere tutti i documenti e le licenze richiesti.

Ma altre volte è qualcosa di meno ovvio, come la presenza di una guardia di sicurezza con una pistola che tecnicamente non dovrebbe avere.

In ogni caso molti nel settore sono un po’ a disagio con la capacità delle forze dell’ordine di trovare rapidamente dei modi per la legalizzazione avvenuta.

La decisione della corte nella causa ora presentata dalla Chiesa delle cento armonie potrebbe avere implicazioni per questa preoccupazione più grande.

 

FONTE: HighTimes.com

(Visited 313 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT