Nuovo Studio: Leggi più restrittive portano a maggiori probabilità di uso di cannabis negli adolescenti

Una nuova analisi dei dati di 38 paesi

Al momento molti Stati in tutto il mondo stanno discutendo la legalizzazione della cannabis per uso medicinale e anche per uso ricreativo.

Molti proibizionisti sostengono che la legalizzazione della cannabis o utilizzo regolamentato porterebbe ad un aumento del consumo di questa sostanza tra i minori o adolescenti. 

Niente di più lontano dalla realtà secondo questo nuovo studio presentato recentemente.

Questo nuovo studio condotto dall’Università inglese di Kent sostiene che più restrittive sono le leggi contro la cannabis, maggior sarà il consumo. 

Questo è stato spiegato a fondo da Alex Stevens, il ricercatore che ha condotto lo studio.

“Il mio nuovo studio si aggiunge a molti altri che non mostrano alcuna prova di un legame tra pene più severe e basso consumo di cannabis“, dice. “Questa è un’informazione utile per i governi, poiché considerano il modo migliore per trattare la cannabis. Allo stato attuale, i danni e i costi di imposizione di condanne penali a chi usa la cannabis non sembrano essere giustificati da un effetto sulla riduzione del consumo di cannabis “continua il ricercatore.

Possiamo anche leggere sul The Guardian che il professore di salute mentale e dipendenze di York, Ian Hamilton, ha affermato che è improbabile che i giovani siano dissuasi dal consumo di cannabis, sia legale che non legale.

“Per alcuni di loro il fatto che sia illegale è parte dell’attrazione, dunque se un paese decide di aprire l’accesso e permettere la cannabis regolamentata potrebbe ridurre il fascino malizioso di utilizzarla” .

Inoltre Niamh Eastwood, direttore esecutivo del centro di competenza nel Regno Unito in materia di sostanze e leggi inerenti, ha detto che la ricerca si aggiunge alla crescente evidenza che il proibizionismo avvicina all’uso di sostanze, compresa la cannabis, e che non ha mai impedito il suo uso nella società.

Il risultato di questo studio mette in discussione un altro precedente

Il nuovo studio, pubblicato sull’International Journal of Drug Policy, mette in discussione uno studio del 2015 che ha concluso affermando l’esistenza di un’associazione tra la liberalizzazione politica sulla cannabis e una maggiore probabilità di utilizzo da parte degli adolescenti. Quello studio era stato utilizzato per giustificare le proteste contro l’accesso legale e regolamentato alla cannabis.

(Visited 166 times, 1 visits today)

Post Correlati

Trovi interessante questa notizia?
111 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *