Ode ai Finti Antiproibizionisti

110 Condivisioni

Il Fronte a supporto della Liberazione della Cannabis si sta compattando da tempo, anche grazie agli speculatori che finalmente sono emersi nei vari settori, da chi vuole la sua privatizzazione a chi vuole il suo monopolietto, anche per merito di chi in questi anni ha tentato di traviare la lotta per le libertà personali cercando di tramutarla in lotta per interessi personali ed anche grazie a chi ha voluto a tutti i costi renderla da sempre una lotta di “partito” ormai evidentemente superata; grazie davvero, perchè il Fronte aveva bisogno di capire i veri rischi di lasciare la situazione nelle mani di “altri” senza esporsi in prima persona, vi era la necessità di questa presa di coscienza che sta avvenendo collettivamente.

Finalmente si è compreso tutti che è necessario puntare alla Libertà di coltivazione, senza più mezzi termini, contentini, rinunce, compromessi inutili che portano introiti ai soliti noti penalizzando i cittadini.

L’Evento di Piacenza del 1° settembre 2018 sarà un’ottima occasione per ripartire con azioni collettive sociali che abbiano come impronta e scopo il miglioramento delle leggi che regolano la Cannabis su tutti i livelli, con finalmente ben chiaro che siamo tutti sulla stessa barca e che serve una nuova legge ben fatta che parta dalla tutela delle condotte personali fino ad arrivare a garantire un libero ed equo mercato.

La corretta informazione ha un ruolo determinante in questo processo finale che, se intrapreso a testa alta, porterà inevitabilmente alla liberazione della cannabis (sembra utopia, ma questa è la vera strada maestra).

E ricordiamo che una delle parti più importanti in una lotta è potersi fidare del proprio compagno.

#DiffondiamoInformazione

#FreeWeed

 

(Visited 439 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?
110 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *