Oklahoma: ora è legale la coltivazione personale di cannabis per uso medico (fino a 6 piante)

267 Condivisioni

Gli elettori dell’Oklahoma hanno approvato una misura di voto che ha reso lo stato il 30 ° nella nazione per consentire un ampio accesso alla marijuana medica.

La proposta, che è passata da martedì al 57% al 43%, permetterà ai medici di raccomandare la cannabis per ogni condizione medica che ritengono appropriata.

La maggior parte delle altre leggi sulla cannabis ad uso medico dello stato delineano un elenco specifico di malattie e disturbi per i quali i medici possono autorizzare la partecipazione dei pazienti.

La campagna non sembra aver ricevuto finanziamenti significativi dai principali gruppi nazionali di riforma delle politiche sulle droghe che hanno contribuito a far passare misure in altri Stati in diversi cicli elettorali passati. Ha anche affrontato un’opposizione che ha investito circa mezzo milione di dollari in pubblicità televisive che cercano di minare il sostegno alla marijuana medica.

Tuttavia, l’iniziativa è stata comunque approvata, suggerendo che la politica della cannabis si è ora evoluta al punto che gli elettori in posti come l’Oklahoma non devono necessariamente essere convinti a sostenere le proposte di riforma quando vengono sottoposti al voto.

“Il sostegno pubblico per l’accesso alla marijuana medica non è di parte”, ha detto in una nota il vicedirettore del NORML Paul Armentano. “Anche in uno stato prevalentemente ‘rosso’ come l’Oklahoma, è la volontà degli elettori di emanare buon senso, ma significative riforme della legge sulla marijuana”.

Secondo la nuova legge sull’Oklahoma , i pazienti legali riceveranno carte di identità statali e saranno autorizzati a possedere tre once di cannabis in pubblico, e conservare fino a otto once a casa.

La coltivazione domestica di sei piante mature e sei piantine sarà consentita, così come il possesso di fino a un’oncia di concentrato di cannabis e 72 once di prodotti commestibili infusi con la marijuana. I pazienti potrebbero anche designare un caregiver per acquistare o far crescere medicine per loro.

La nuova legge aggiungerebbe anche un certo livello di protezione per i pazienti di cannabis medica che non passano attraverso la fase di ottenere una carta di identità rilasciata dallo stato. Le persone che vengono catturate con 1,5 once o meno di marijuana e possono “dichiarare una condizione medica” si troverebbero di fronte a un’offesa per reati minori punibile con non più di una multa di $ 400.

(Visited 162 times, 1 visits today)

Post correlati

Approfondimento:  "La Canapa in Cucina": La mostra dal 20 aprile al 30 settembre 2017 all'Hemp Museum di Barcellona
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT