Standard alti nella sicurezza dei commestibili della Cannabis negli Stati Uniti

35 Condivisioni
I commestibili devono tenere il passo con gli standard di sicurezza alimentare mentre l’industria della cannabis guadagna terreno.

Di Heather Ritchie, scrittrice del personale per confezioni e notizie sulla cannabis

La cannabis legale è un’industria in rapida crescita negli Stati Uniti. 

È più importante che mai tenere il passo con gli standard di sicurezza alimentare in quanto questo “settore del settore” aumenta e cambia rapidamente. Le proiezioni 2020 per il mercato legale sono destinate a raggiungere $ 22 miliardi o più per l’industria nel suo insieme.

Dal momento che non ci sono normative sulla sicurezza alimentare nell’industria a causa dello stato del programma I, spetta a ciascuno stato creare le proprie leggi e regolamenti. Questi standard sono vitali per industrie simili che rendono difficile per chi opera nel mercato della cannabis.

Legislazione

La Food and Drug Administration (FDA) stabilisce standard elevati per l’industria alimentare e farmaceutica per garantire la sicurezza del consumatore. Con ogni stato che crea i propri regolamenti, le diverse giurisdizioni variano e tutto viene messo insieme a casaccio. Per mantenere la fiducia del consumatore, l’industria della cannabis ha molto da stabilire per garantire qualità e sicurezza.

La legislazione impone requisiti di test , tuttavia i “segreti” delle imprese di cannabis continuano a rendere le cose difficili per molti coinvolti nel processo. C’è anche un’aria di segretezza da parte di coloro che cercano di mantenere nascosti i loro metodi e le pratiche proprietarie, impedendo audit da terze parti e rendendo le pratiche di test del settore difficili da manovrare.

Esistono ulteriori problemi in quanto coloro che operano nell’industria della cannabis devono conformarsi alle pratiche igienico-sanitarie del loro stato. La modellizzazione dei programmi di formazione dopo l’industria alimentare non è adeguata per affrontare problemi specifici della cannabis come i livelli di THC, la potenza e una varietà di metodi di produzione.

Approfondimento:  Il Verdetto del Tribunale di Hasselt: Il Mambo Social Club farà appello

L’analisi dei pericoli e i punti di controllo critico

“L’analisi dei rischi e dei punti critici di controllo ( HACCP ) è un programma alimentare per il controllo della sicurezza alimentare in questa fase dell’elaborazione degli alimenti.”

Il concept farm-to-fork o table è un termine che le persone ripetono spesso senza rendersi conto che non solo significa prodotti biologici e salutari, ma anche controllo della sicurezza alimentare. Si applica a tutti i livelli e le scale del processo di produzione alimentare. HACCP è l’ultimo e ultimo pezzo del puzzle che si adatta proprio nel mezzo per mettere a fuoco l’intera immagine.

L’HACCP non è iniziato migliaia di anni fa. Piuttosto, come risultato di una necessità dell’industria alimentare. È stato costruito come requisito per l’ulteriore avanzata tecnologia. Era un imperativo per gli astronauti in modo che non si ammalassero nello spazio (che naturalmente potrebbe essere un disastro).

Tradizionalmente, l’HACCP si è concentrato principalmente sulla trasformazione di alimenti, alimenti ed imballaggi. Mentre ha diversi passaggi, il primo è quello che si applica realmente all’industria della cannabis, e questa è l’analisi dei pericoli. Molti prodotti usano il calore per uccidere i batteri o liberare un prodotto dai pericoli e quindi sono confezionati. L’analisi del rischio si concentra su quelli che potrebbero causare malattie o infortuni come biologici, chimici e fisici.

L’HACCP è solo un programma per la sicurezza alimentare applicato all’industria della cannabis e ha effetti sulla produzione di alimenti. 

L’obiettivo finale è rendere il prodotto più sicuro (e più ghiotto) possibile per mantenere i consumatori felici e aumentare il loro livello di fiducia nel processo.

(Visited 54 times, 1 visits today)

Post correlati

Approfondimento:  I test colorimetrici usati per rilevare la presenza di Cannabis "illecita" sono completamente fallaci
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT