Stati Uniti: l’aeroporto di Las Vegas installa container per lasciare l’eccesso di cannabis

80 Condivisioni

E’ proprio vero che questa è una notizia che arriva dall’altra parte del mondo, forse per alcuni anche da un altro pianeta direttamente.

All’aeroporto di Las Vegas hanno installato alcuni contenitori per lasciare l’eccesso di cannabis prima di salire sul proprio volo.

I turisti ed i viaggiatori che devono prendere un volo per lasciare la città del gioco d’azzardo e della cannabis, ora avranno un nuovo servizio in strutture aeroportuali davvero unico.

Sono stati installati una dozzina di contenitori di metallo verde, chiamati “scatole di amnistia”, dove i passeggeri possono lasciare l’eccesso di cannabis prima di salire sull’aereo.

Con questo servizio più di un viaggiatore può evitare uno spavento con gli agenti nei controlli di sicurezza.

La cannabis non è legale a livello federale negli Stati Uniti, sebbene sia legale nello stato del Nevada.

Questi nuovi container sono stati installati la scorsa settimana presso l’aeroporto internazionale McCarran per rimanere in regola con le leggi federali.

Questi contenitori speciali sono ben ancorati da viti a terra e utilizzano un sistema mediante il quale l’eccesso di cannabis del passeggero può essere introdotto attraverso l’apertura, anche se dalla stessa apertura il prodotto introdotto non può più essere rimosso.

Approfondimento:  L'intervento dell'Associazione FreeWeed al Convegno Nazionale "La Canapa come Risorsa" a Genova

Pertanto è piuttosto complicato cercare di accedere alla cannabis depositata.

Dall’aeroporto e tramite e-mail è stato segnalato: “Le scatole di amnistia sono offerte come un modo per aiutare le persone a rispettare l’ordinanza” .

Gli agenti aeroportuali consegnano i casi relativi alla cannabis alla polizia locale. Nelle strutture dell’aeroporto è assolutamente vietato qualsiasi tipo di pubblicità e possesso di cannabis.

Contenitore per lasciare eccessi di cannabis negli aeroporti

L’aeroporto di Las Vegas non sarà il primo di questi aeroporti americani ad avere questo tipo di contenitore per la cannabis chiamato “box di amnistia”. Questi contenitori verdi possono anche essere trovati negli aeroporti dello stato del Colorado, in almeno due.




Dal 1 ° luglio dell’anno scorso la cannabis ricreativa è legale nello stato del Nevada e, una città turistica come Las Vegas, ha attraversato il suo aeroporto con l’ingresso di oltre 48 milioni di passeggeri.

Approfondimento:  L'incontro tra Lorenzin e "Farmacie" porta all'istituzione di un "tavolo tecnico" per aggiornare la Tariffa Nazionale

Nei contenitori che si trovano già all’ingresso dell’aeroporto è possibile leggere le parole “Eliminazione di prescrizione e farmaci ricreativi” .

Lo svuotamento di questi contenitori per “l’erba” sarà a carico dei lavoratori assunti dai locali dell’aeroporto e non sarà ritirato dagli agenti di polizia.

L’aeroporto, in totale, prevede di installare venti di questi container , per ora, installati presso le porte d’ingresso e nell’area dei veicoli a noleggio.

I restanti, circa tredici, verranno installati in aree più piccole.

 

“Quello che succede a Las Vegas, resta a Las Vegas.”

(Visited 969 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT