Studio: Endocannabinoidi ed orgasmo sessuale

198 Condivisioni

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Sexual Medicine ha scoperto un legame chimico tra orgasmo umano e cannabis, una pianta che ha goduto a lungo della reputazione di migliorare o facilitare questo climax.

I ricercatori, consapevoli della associazione tra cannabis e il sesso, hanno cercato di determinare se il nostro cervello ha mostrato un cannabinoide simile ricevendo un gruppo di percorsi neurochimici del nostro sistema endocannabinoide.

I cannabinoidi esterni, noti come fitocannabinoidi, si trovano nella pianta di cannabis e sono anche attivati ​​naturalmente nei nostri corpi come endocannabinoidi e attraverso il piacere prodotto dal sesso.

Gli scienziati per testare questa idea “hanno studiato i livelli plasmatici di endocannabinoidi prima e dopo la masturbazione in volontari sani di entrambi i sessi”. Dopo l’esperimento, i ricercatori hanno determinato che i piacevoli endocannabinoidi appaiono o vengono rilasciati dopo un orgasmo attivando la stessa regione neurochimica di quando viene consumata la cannabis.

Approfondimento:  Le nuove scarpe in canapa firmate Adidas

Questi risultati non sono così semplici ed evidenziano l’importanza dei nostri due tipi di recettori CB1 e CB2. Il primo si trova nel cervello e nel midollo spinale ed è principalmente attivato da anandamide e il recettore CB2, che si trova nel nostro organismo, è attivato dal cosiddetto 2-AG (2-arachidonoilglicerolo)

Quando l’anandamide attiva i recettori CB1 nel cervello, il piacere viene sperimentato; è anche rilasciato quando si fa esercizio fisico, cosi come con il THC quando si consuma cannabis, e l’effetto è ancora più forte, dicono i ricercatori .

“è stata la produzione dell’endocannabinoide 2-AG che i ricercatori hanno scoperto determinare il piacere sessuale”.

In due studi differenziati, i partecipanti che si masturbavano fino a raggiungere l’orgasmo avevano alti livelli di 2-AG nei loro sistemi e non l’ anandamide che è nota per produrre piacere. I ricercatori hanno ipotizzato che l’emanazione di 2-AG nel corpo “svolga un ruolo nelle conseguenze gratificanti dell’eccitazione sessuale e dell’orgasmo”. I ricercatori studieranno più in profondità le gratificazioni nel sistema dei cannabinoidi.

Approfondimento:  Studio: nessuna associazione tra uso di cannabis e comportamento suicidario in persone con disturbi psichiatrici
La conclusione dello studio

“I nostri dati indicano che l’endocannabinoide 2-AG è coinvolto nel ciclo di risposta sessuale umano e la nostra ipotesi è che il rilascio di 2-AG giochi un ruolo nelle conseguenze gratificanti dell’eccitazione sessuale e dell’orgasmo” 

(Visited 563 times, 1 visits today)
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT