Studio: il CBG come potenziale trattamento contro la NeuroInfiammazione e lo Stress Ossidativo

110 Condivisioni

Secondo un nuovo studio pubblicato  dall’International Journal of Molecular Sciences, il cannabigerolo, uno dei cannabinoidi della cannabis, “potrebbe essere un potenziale trattamento contro la neuroinfiammazione e lo stress ossidativo”.

“L’infiammazione e lo stress ossidativo giocano ruoli principali nella neurodegenerazione”, afferma l’abstract dello studio. 

“È interessante notare che diversi composti naturali possono essere in grado di esercitare azioni neuroprotettive contro l’infiammazione e lo stress ossidativo, proteggendo dalla perdita di cellule neuronali. Tra queste fonti naturali, la  Cannabis sativa rappresenta un serbatoio di composti che esercitano proprietà benefiche, tra cui il cannabigerolo (CBG), le cui proprietà antiossidanti sono già state dimostrate nei macrofagi. “

Con questo in mente, le ricerche “miravano a valutare la capacità del CBG di proteggere i motoneuroni dalla tossicità indotta dal mezzo dei macrofagi RAW 264.7 stimolati dalla LPS”.

Usando il dosaggio MTT (un dosaggio colorimetrico per valutare l’attività metabolica cellulare), hanno osservato che il pre-trattamento CBG era in grado di ridurre la perdita di vitalità cellulare indotta dal mezzo di macrofagi stimolati con LPS nelle cellule NSC-34 “, tra l’altro con cambiamenti positivi.

I ricercatori concludono affermando che “Tutti insieme, questi risultati hanno indicato gli effetti neuroprotettivi del CBG, che potrebbero essere un potenziale trattamento contro la neuroinfiammazione e lo stress ossidativo”.

Lo studio completo può essere trovato cliccando qui .

(Visited 167 times, 1 visits today)

Post correlati

Approfondimento:  Studio: Il fumo di Cannabis non danneggia la Funzione Polmonare
Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT