Studio: L’esposizione al fumo di cannabis non influisce in modo significativo sulla salute del polmone

L’esposizione al fumo di cannabis non è particolarmente dannosa per la salute polmonare e non è associata all’insorgenza di tumore polmonare, enfisema o BPCO, secondo i  dati  pubblicati sulla rivista  Chest .

Donald Tashkin della David Geffen School of Medicine della UCLA ha esaminato decine di studi per valutare l’esposizione al fumo di cannabis e la salute polmonare, coinvolgendo migliaia di soggetti.

Egli  riferisce : “Sebbene il fumo regolare di cannabis sia associato ad un aumentato rischio di sintomi di bronchite cronica e segni di infiammazione e lesioni che coinvolgono le maggiori vie aeree, i risultati della funzione polmonare, anche se mescolati, non forniscono prove convincenti che aumenta il rischio di BPCO, almeno a livello di popolazione. Nonostante la presenza di agenti cancerogeni nel fumo di cannabis in concentrazioni paragonabili a quelle che si trovano nel fumo di tabacco, il peso delle prove da studi epidemiologici ben disegnati non supporta il concetto che la marijuana abituale usata nel modo e nella quantità in cui è normalmente fumata , se adattato per il tabacco, sia un fattore di rischio significativo per lo sviluppo del cancro del polmone. “

Gli studi inoltre non riescono a mostrare una relazione tra fumo di cannabis e decrementi nella funzione polmonare e “si espongono contro un’associazione di cannabis con enfisema clinicamente significativo”.

Le scoperte di Tashkin sono simili a quelle delle  recensioni passate  che hanno scoperto che l’esposizione al fumo di cannabis non riesce a possedere lo stesso tipo di effetti polmonari avversi significativi del tabacco.

 

 

SCARICA IL MENSILE DELL’ASSOCIAZIONE FREEWEED:

(Visited 700 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?
260 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *